arrow_upward

Génoises fourrées à l'orange nappées de chocolat - U - 150 g

Génoises fourrées à l'orange nappées de chocolat - U - 150 g

Questa pagina del prodotto non è completa. Puoi aiutarci a completarla modificandola e aggiungendo altri dati dalle foto che abbiamo, o scattando altre foto usando l’applicazione per Android o iPhone/iPad. Grazie! ×

Alcuni dei dati per questo prodotto sono stati forniti direttamente dal produttore Système U.

Codice a Barre: 3256220210393 (EAN / EAN-13)

Nome generico: Génoises nappées de Chocolat noir fourrées Orange

Quantità: 150 g

Confezionamento: Plastica, Scatola, Cartone, Pacchetto, fr:Pq

Marche: U

Categorie: Snack, Dessert, Snack dolci, Biscotti e torte, en:Jaffa cakes

Etichette, certificazioni, premi: Punto Verde, Senza olio di palma

Negozi: Super U, Magasins U

Paesi di vendita: Francia

In linea con le tue preferenze

Salute

Ingredienti

  • icon

    34 ingredienti


    Francese: Fourrage 55% : sirop de glucose-fructose, sucre, jus d'orange à base de jus concentré 20%, gélifiant : pectines, acidifiant : acide citrique, arôme naturel d'orange. biscuit 28% : farine de blé, sucre, oeufs entier 21%, beurre concentré, stabilisant : sirop de sorbitol, sirop de glucose-fructose, amidons de blé et de tapioca, poudres à lever : carbonates d'ammonium et carbonates de sodium, émulsifiant : mono - et diglycérides d'acides gras, correcteur d'acidité : citrates de sodium, sel. chocolat noir 17% : pâte de cacao, sucre, beurre de cacao, émulsifiant : lécithines de soja, arôme naturel de vanille. traces éventuelles d'amandes, de noisettes et d'autres céréales contenant du gluten.
    Allergeni: Uova, Glutine, Latte, Soia
    Tracce: Glutine, Frutta a guscio

Trasformazione alimentare

  • icon

    Alimenti ultra-trasformati


    Elementi che indicano che il prodotto è nel gruppo 4 - Alimenti e bevande ultra lavorati:

    • Additivo: E322 - Lecitine
    • Additivo: E420 - Sorbitolo
    • Additivo: E440 - Pectina
    • Additivo: E471 - Mono- e digliceridi degli acidi grassi
    • Ingrediente: Emulsionante
    • Ingrediente: Aroma
    • Ingrediente: Gelificante
    • Ingrediente: Glucosio

    I prodotti alimentari sono classificati in 4 gruppi a seconda del loro grado di trasformazione:

    1. Alimenti non trasformati o minimamente trasformati
    2. Ingredienti culinari elaborati
    3. Alimenti trasformati
    4. Alimenti ultra-trasformati

    La determinazione del gruppo si basa sulla categoria del prodotto e sugli ingredienti che contiene.

    Scopri di più sulla classificazione NOVA

Additivi

  • E322 - Lecitine


    Lecitina: Il termine lecitina indica una classe di composti chimici presenti nei tessuti animali e vegetali -in particolare nel tuorlo d'uovo-. Tali sostanze si trovano sotto forma di liquido o solido e assumono colorazione variabile dal giallo al marrone scuro.
    Fonte: Wikipedia
  • E322i - Lecitina


    Lecitina: Il termine lecitina indica una classe di composti chimici presenti nei tessuti animali e vegetali -in particolare nel tuorlo d'uovo-. Tali sostanze si trovano sotto forma di liquido o solido e assumono colorazione variabile dal giallo al marrone scuro.
    Fonte: Wikipedia
  • E330 - Acido citrico


    Acido citrico: L'acido citrico è una sostanza solida, incolore, un acido tricarbossilico forte di Brønsted-Lowry, con formula bruta C6H8O7, solubile in acqua in un ampio intervallo di pH. Sebbene l'acido citrico sia uno degli acidi più diffusi negli organismi vegetali ed un prodotto metabolico degli organismi aerobici quando è in alte percentuali va maneggiato al pari degli acidi cloridrico, fluoridrico, nitrico, solforico, etc. Si trova in tracce nella frutta, soprattutto del genere Citrus: il succo di limone ne può contenere sino al 3-4% e l'arancia l'1%. È presente anche nei legni, nei funghi, nel tabacco, nel vino e persino nel latte. Ogni anno vengono prodotti più di un milione di tonnellate di acido citrico. È ampiamente utilizzato come igienizzante, acidificante, acido per il restauro e chelante.I derivati dell'acido citrico vengono chiamati citrati, che comprendono sia i sali e gli esteri sia l'anione poliatomico in soluzione. Un esempio di citrato è il citrato di sodio, un esempio di estere è il trietilcitrato.
    Fonte: Wikipedia
  • E331 - Citrati di sodio


    Sodium citrate: Sodium citrate may refer to any of the sodium salts of citrate -though most commonly the third-: Monosodium citrate Disodium citrate Trisodium citrateThe three forms of the salt are collectively known by the E number E331. Sodium citrates are used as acidity regulators in food and drinks, and also as emulsifiers for oils. They enable cheeses to melt without becoming greasy.
    Fonte: Wikipedia (Inglese)
  • E420 - Sorbitolo


    Sorbitolo: Il sorbitolo -o glucitolo- è l'alditolo del glucosio. È presente nelle alghe rosse e in molte bacche e frutti come mele, pere, susine, ciliegie e sorbe da cui prende il nome. Il suo potere dolcificante è circa il 60% del saccarosio. Per le sue caratteristiche, è molto utilizzato nell'industria alimentare come dolcificante, stabilizzante e agente lievitante con il nome E420. Un notevole vantaggio dell'uso del sorbitolo come dolcificante è dovuto al fatto che i batteri che causano la carie non riescono a utilizzarlo per il loro metabolismo. Per la sua proprietà di trattenere acqua viene utilizzato per prevenire la disidratazione di alimenti esposti all'aria. La sua assunzione non ha solitamente effetti collaterali, ma a dosi anche modeste -30 grammi- o in soggetti intolleranti può provocare diarrea. Il suo uso è, comunque, sconsigliato nei bambini di età inferiore a 1 anno di vita. Il test per verificare l'intolleranza al sorbitolo viene effettuato soffiando nove volte in un palloncino ad intervalli di tempo di circa mezz'ora. Il sorbitolo viene trasformato, nell'organismo umano, in monosaccaridi -soprattutto fruttosio- senza l'intervento dell'insulina: può quindi essere presente nell'alimentazione dei diabetici. Il suo potere calorico è simile a quello del glucosio -circa 4 Cal/g-. Può essere sintetizzato in laboratorio per riduzione del glucosio con tetraidroborato di sodio, mentre industrialmente viene ridotto per idrogenazione ad alte pressioni o per via elettrochimica. Tramite reazione di disidratazione del sorbitolo, con conseguente formazione di un anello furanosico, si ha la produzione del sorbitano, composto dal quale si ottiene una serie di emulsionanti che trovano svariati utilizzi.
    Fonte: Wikipedia
  • E420ii - Sciroppo di sorbitolo


    Sorbitolo: Il sorbitolo -o glucitolo- è l'alditolo del glucosio. È presente nelle alghe rosse e in molte bacche e frutti come mele, pere, susine, ciliegie e sorbe da cui prende il nome. Il suo potere dolcificante è circa il 60% del saccarosio. Per le sue caratteristiche, è molto utilizzato nell'industria alimentare come dolcificante, stabilizzante e agente lievitante con il nome E420. Un notevole vantaggio dell'uso del sorbitolo come dolcificante è dovuto al fatto che i batteri che causano la carie non riescono a utilizzarlo per il loro metabolismo. Per la sua proprietà di trattenere acqua viene utilizzato per prevenire la disidratazione di alimenti esposti all'aria. La sua assunzione non ha solitamente effetti collaterali, ma a dosi anche modeste -30 grammi- o in soggetti intolleranti può provocare diarrea. Il suo uso è, comunque, sconsigliato nei bambini di età inferiore a 1 anno di vita. Il test per verificare l'intolleranza al sorbitolo viene effettuato soffiando nove volte in un palloncino ad intervalli di tempo di circa mezz'ora. Il sorbitolo viene trasformato, nell'organismo umano, in monosaccaridi -soprattutto fruttosio- senza l'intervento dell'insulina: può quindi essere presente nell'alimentazione dei diabetici. Il suo potere calorico è simile a quello del glucosio -circa 4 Cal/g-. Può essere sintetizzato in laboratorio per riduzione del glucosio con tetraidroborato di sodio, mentre industrialmente viene ridotto per idrogenazione ad alte pressioni o per via elettrochimica. Tramite reazione di disidratazione del sorbitolo, con conseguente formazione di un anello furanosico, si ha la produzione del sorbitano, composto dal quale si ottiene una serie di emulsionanti che trovano svariati utilizzi.
    Fonte: Wikipedia
  • E440 - Pectina


    Pectina: La pectina è un eteropolisaccaride, ottenuto con l'unione di vari monosaccaridi e formato in parte da unità esosano C6H10O5. Per pectina si intende il composto estratto dalla frutta, dalla protopectina in essa contenuta.Una delle più diffuse strutture si basa su una catena di unità di acido galatturonico unite da legami α-1-4-. In percentuale variabile i gruppi carbossilici sono esterificati con CH3OH. La percentuale di gruppi esterificati, rapportata ai gruppi carbossilici totali prende il nome di grado di esterificazione -Degree of esterification, DE-. Lungo la catena a base poligalatturonica sono intercalati in proporzione variabile residui di ramnosio. Tali residui si addensano in zone particolari della catena dando vita a strutture le cui ramificazioni assomigliano a peli -dette per questo hairy-. Infatti in corrispondenza di tali residui di ramnosio si innestano catene laterali più o meno lunghe, che contengono ancora ramnosio, D-galattosio, L-arabinosio, e D-xilosio, Le pectine formano dei colloidi gelatinosi, abbondanti nella parete cellulare della frutta: essi vengono idrolizzati con la maturazione da alcuni enzimi come la pectasi e la pectinasi -sono presenti soprattutto nelle mele e nelle pere-. Un frutto ha una percentuale di pectina che dipende dalla specie e dalla maturazione. La pectina cementifica lo spazio tra una cellula e l'altra, tenendole unite e dando croccantezza alla frutta. Con il procedere della maturazione questo legame si scioglie e il frutto perde consistenza. La pectina trova impiego nell'industria alimentare come gelificante, soprattutto nella realizzazione di marmellate e confetture, in tal caso assume la denominazione di E440. Può essere utilizzata pectina acida oppure neutra. Esiste un altro tipo di pectina, denominata fluida. Invece di cementificare lo spazio intercellulare, forma catene in grado di scorrere le une sulle altre, questo è possibile grazie all'ingombro sterico creato dall'aggiunta di un gruppo metile -CH3- ai gruppi carbossilici -COO--, per impedire quindi l'interazione tra questi e i gruppi carbossilici della catena sottostante, azione reversibile provocata dall'enzima metilesterasi. L'acidità delle pectine è regolata in questo modo dal suddetto enzima. La pectina ha scarsa capacità di chelazione dei metalli pesanti, infatti la chelazione richiede alti dosaggi per avere effetti comparabili a quelli dell'EDTA.
    Fonte: Wikipedia
  • E500 - Carbonati di sodio


    Carbonato di sodio: Il carbonato di sodio è un sale di sodio dell'acido carbonico, come l'idrogenocarbonato di sodio. A differenza di quest'ultimo, nel carbonato entrambi gli ioni idrogeno dell'acido sono stati sostituiti da ioni sodio. Il carbonato di sodio in passato è stato chiamato a lungo soda, da non confondere con la "soda caustica", nome tradizionale dell'idrossido di sodio. A temperatura ambiente si presenta come una polvere cristallina bianca. Per riscaldamento tende a decomporsi liberando biossido di carbonio -calcinazione- gassoso. Sciolto in acqua produce una soluzione basica; una soluzione di 50 g in un litro di acqua a 25 °C ha pH 11‚5. Inserito tra gli additivi alimentari codificati dall'Unione europea con la sigla E 500, trova impiego nella fabbricazione del vetro, di prodotti quali silicato e fosfati di sodio, nell'industria della carta e nella produzione di detergenti. In chimica è un moderato reagente alcalinizzante.
    Fonte: Wikipedia
  • E503 - Carbonati d'ammonio


    Carbonato d'ammonio: Il carbonato d'ammonio è un sale di ammonio dell'acido carbonico con formula -NH4-2CO3. A temperatura ambiente si presenta come un solido incolore dall'odore di ammoniaca. Cristallizza preferenzialmente nella forma biidrata -NH4-2CO3·2H2O. In medicina viene usato come emetico. In pasticceria viene usato come agente lievitante sotto il nome di "Ammoniaca alimentare" o "Ammoniaca per dolci". A differenza di altri lieviti, questo lievito chimico preserva la forma e permette di ottenere un prodotto finale friabile. Il carbonato d'ammonio è comunemente noto per il suo utilizzo in passato nei sali impiegati sia nell'ambito medico e in quello domestico per curare le persone afflitte da sintomi di svenimento; Il carbonato di ammonio rilascia Ammoniaca gassosa, che tramite l'irritazione delle mucose del naso e dei polmoni, stimola un riflesso di inalazione, che a sua volta stimola i muscoli controllanti il respiro a contrarsi più rapidamente. Lo svenimento può essere causato da un eccessiva attività parasimpatica e vagale, che rallenta il battito cardiaco e la perfusione del cervello. L'effetto irritante è sfruttato per contrastare questi effetti vagali/parasimpatici e quindi lo svenimento; particolare cautela deve essere adottata nell'uso di questi sali, incluso il carbonato di ammonio, perché gli effetti irritanti dell' ammoniaca possono ripercuotersi sulla salute. Il carbonato di ammonio è stato adattato, assieme ai suddetti sali, al ruolo di stimolanti nelle competizioni atletiche -come sollevamento pesi, e hockey su ghiaccio- per "svegliare" i competitori, in modo che potessero esprimere al meglio le loro capacità. Nel 2005, Michael Strahan stimò che tra il 70 e l'80% dei giocatori della National Football League utilizzassero i sali a base di carbonato di ammonio come stimolanti. Nei giorni odierni il carbonato di ammonio e i sali stimolanti sono stati bannati dalle competizioni atletiche, nonostante vengano ancora utilizzati, seppur in maniera molto limitata, al di fuori delle gare ufficiali.
    Fonte: Wikipedia

Analisi degli ingredienti

  • icon

    Non vegano


    Ingredienti non-vegani: Uova intere, Burro anidro
L'analisi si basa esclusivamente sugli ingredienti elencati e non tiene conto dei metodi di elaborazione.
  • icon

    Dettagli dell'analisi degli ingredienti


    Fourrage 55% (sirop de glucose-fructose), sucre, jus d'orange à base de jus concentré 20%, gélifiant (pectines), acidifiant (acide citrique), arôme naturel d'orange, biscuit 28% (farine de blé), sucre, oeufs entier 21%, beurre concentré, stabilisant (sirop de sorbitol), sirop de glucose-fructose, amidons de blé, de tapioca, poudres à lever (carbonates d'ammonium, carbonates de sodium), émulsifiant (mono- et diglycérides d'acides gras), correcteur d'acidité (citrates de sodium), sel, chocolat noir 17% (pâte de cacao), sucre, beurre de cacao, émulsifiant (lécithines de soja), arôme naturel de vanille
    1. Fourrage -> en:filling - vegan: ignore - vegetarian: ignore - percent: 55
      1. sirop de glucose-fructose -> en:glucose-fructose-syrup - vegan: yes - vegetarian: yes
    2. sucre -> en:sugar - vegan: yes - vegetarian: yes
    3. jus d'orange à base de jus concentré -> en:orange-juice-from-concentrate - vegan: yes - vegetarian: yes - percent: 20
    4. gélifiant -> en:gelling-agent
      1. pectines -> en:e440a - vegan: yes - vegetarian: yes
    5. acidifiant -> en:acid
      1. acide citrique -> en:e330 - vegan: yes - vegetarian: yes
    6. arôme naturel d'orange -> en:natural-orange-flavouring - vegan: maybe - vegetarian: maybe
    7. biscuit -> en:biscuit - percent: 28
      1. farine de blé -> en:wheat-flour - vegan: yes - vegetarian: yes
    8. sucre -> en:sugar - vegan: yes - vegetarian: yes
    9. oeufs entier -> en:whole-egg - vegan: no - vegetarian: yes - percent: 21
    10. beurre concentré -> en:butterfat - vegan: no - vegetarian: yes - from_palm_oil: maybe
    11. stabilisant -> en:stabiliser
      1. sirop de sorbitol -> en:e420ii - vegan: yes - vegetarian: yes
    12. sirop de glucose-fructose -> en:glucose-fructose-syrup - vegan: yes - vegetarian: yes
    13. amidons de blé -> en:wheat-starch - vegan: yes - vegetarian: yes
    14. de tapioca -> en:tapioca - vegan: yes - vegetarian: yes
    15. poudres à lever -> en:raising-agent
      1. carbonates d'ammonium -> en:e503 - vegan: yes - vegetarian: yes
      2. carbonates de sodium -> en:e500 - vegan: yes - vegetarian: yes
    16. émulsifiant -> en:emulsifier
      1. mono- et diglycérides d'acides gras -> en:e471 - vegan: maybe - vegetarian: maybe - from_palm_oil: maybe
    17. correcteur d'acidité -> en:acidity-regulator
      1. citrates de sodium -> en:e331 - vegan: yes - vegetarian: yes
    18. sel -> en:salt - vegan: yes - vegetarian: yes
    19. chocolat noir -> en:dark-chocolate - vegan: maybe - vegetarian: yes - percent: 17
      1. pâte de cacao -> en:cocoa-paste - vegan: yes - vegetarian: yes
    20. sucre -> en:sugar - vegan: yes - vegetarian: yes
    21. beurre de cacao -> en:cocoa-butter - vegan: yes - vegetarian: yes
    22. émulsifiant -> en:emulsifier
      1. lécithines de soja -> en:soya-lecithin - vegan: yes - vegetarian: yes
    23. arôme naturel de vanille -> en:natural-vanilla-flavouring - vegan: yes - vegetarian: yes

Nutrizione

  • icon

    Qualità nutrizionale bassa


    ⚠️ Attenzione: la quantità di frutta, verdura e noci non è specificata sull'etichetta, è stata stimata dalla lista degli ingredienti: 20

    Questo prodotto non è considerato una bevanda per il calcolo del Nutri-Score.

    Punti positivi: 2

    • Proteine: 1 / 5 (valore: 3.1, valore arrotondato: 3.1)
    • Fibra: 2 / 5 (valore: 2.1, valore arrotondato: 2.1)
    • Frutta, verdura, noci, oli di colza/noce/oliva: 0 / 5 (valore: 20, valore arrotondato: 20)

    Punti negativi: 19

    • Energia: 4 / 10 (valore: 1591, valore arrotondato: 1591)
    • Zuccheri: 10 / 10 (valore: 55, valore arrotondato: 55)
    • Grassi saturi: 5 / 10 (valore: 5.5, valore arrotondato: 5.5)
    • Sodio: 0 / 10 (valore: 80, valore arrotondato: 80)

    I punti per le proteine non sono contati perché i punti negativi sono maggiori o uguali ad 11.

    Punteggio nutrizionale: 17 (19 - 2)

    Nutri-Score: D

  • icon

    Zuccheri in elevata quantità (55%)


    Cosa hai bisogno di sapere
    • Un elevato consumo di zucchero può causare aumento di peso e carie. Aumenta anche il rischio di diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari.

    Consiglio: Limitare il consumo di zucchero e bevande zuccherate
    • Le bevande zuccherate (come bibite gassate, bevande alla frutta, succhi di frutta e nettari) dovrebbero essere limitate il più possibile (non più di 1 bicchiere al giorno).
    • Scegli prodotti a basso contenuto di zuccheri e riduci il consumo di prodotti con zuccheri aggiunti.
  • icon

    Sale in basse quantità (0.2%)


    Cosa hai bisogno di sapere
    • Un consumo elevato di sale (o sodio) può causare un aumento della pressione sanguigna, che può aumentare il rischio di malattie cardiache e ictus.
    • Molte persone che hanno la pressione alta non lo sanno, poiché spesso non ci sono sintomi.
    • La maggior parte delle persone consuma troppo sale (in media da 9 a 12 grammi al giorno), circa il doppio del livello massimo raccomandato di assunzione.

    Consiglio: Limitare il consumo di sale e cibi salati
    • Ridurre la quantità di sale utilizzato in cottura e non salare più a tavola.
    • Limita il consumo di snack salati e scegli prodotti a basso contenuto di sale.

  • icon

    Valori nutrizionali


    Valori nutrizionali Come venduto
    per 100 g / 100 ml
    Come venduto
    per porzione (25 g)
    Rispetto a: en:Jaffa cakes
    Energia 1.591 kj
    (377 kcal)
    398 kj
    (94 kcal)
    -
    Grassi 9,6 g 2,4 g -
    Acidi Grassi saturi 5,5 g 1,38 g +3%
    Carboidrati 69 g 17,2 g -
    Zuccheri 55 g 13,8 g +9%
    Fibra alimentare 2,1 g 0,525 g -5%
    Proteine 3,1 g 0,775 g -13%
    Sale 0,2 g 0,05 g -1%
    Frutta‚ verdura‚ noci e olio di colza‚ noci e oliva (stima dall'analisi dell'elenco degli ingredienti) 20 % 20 %
Porzione: 25 g

Ambiente

Impronta carbonica

Confezionamento

Trasporto

Sorgenti dati

Prodotto aggiunto il da shaolan
Ultima modifica della pagina del prodotto il da moon-rabbit.
Pagina del prodotto modificata anche da beniben, kiliweb, manu1400, nissen, org-systeme-u, packbot, quechoisir, systeme-u, systeme-u-off, tacite-mass-editor, yuka.ZUxvbE03d01xOVFNc2M5dXJnanA5SWhwNm9PSGVUTG9HZEVESVE9PQ.

Se i dati sono incompleti o errati puoi completarli o correggerli modificando questa pagina.